Proposta editoriale

18

Chiunque lo desideri può inviare un proprio lavoro alla redazione “Alibi: l’altrove letterario”, utilizzando il seguente indirizzo e-mail: rivista.alibi@gmail.com.

I generi che verranno presi in esame sono:

– Racconti completi, in formato .doc A4 (21,0 x 29,7 cm) da un minimo di 5.000 a un massimo di 40.000 caratteri (spazi inclusi).

– Testi teatrali, in formato .doc A4 (21,0 x 29,7 cm) da un minimo di 5.000 a un massimo di 40.000 caratteri (spazi inclusi).

– Saggi, in formato .doc A4 (21,0 x 29,7 cm) da un minimo di 20.000 a un massimo di 40.000 caratteri (spazi inclusi).

– Poesia o Silloge poetica, in formato .doc A4 (21,0 x 29,7 cm). Il numero minimo di poesie deve essere di 4. In caso d’invio di silloge poetica, la redazione si riserva di selezionare il materiale da pubblicare. In ogni caso, il massimo numero di poesie pubblicabili sarà di 6 per numero.

– Illustrazioni grafiche, in formato .jpg o .png. La redazione si riserva di pubblicarle integralmente o in parte.

Tutto il materiale deve essere accompagnato da una breve nota bio-bibliografica dell’autore.

La redazione di “Alibi: l’altrove letterario” si riserva il diritto di introdurre nel testo da pubblicare quelle modifiche di forma e di coerenza contenutistica che vengano ritenute opportune o consigliabili dalle esigenze editoriali. Inoltre, è nostra prassi editoriale non ospitare articoli, recensioni o pubblicità sia sulla rivista sia sulla nostra pagina e sul blog. Dunque, ogni richiesta che ci dovesse pervenire non verrà presa in considerazione.
Si ricorda che il progetto si propone come vetrina per gli autori e non ha scopo di lucro. Pertanto, a chi vi partecipa non chiediamo denaro e non diamo retribuzioni.

Annunci

18 thoughts on “Proposta editoriale

  1. Savino Carone, La Coda del Logos.... ha detto:

    mandarvi qualcosa nel timore che sia corretto da una testa, diciamo, pensante, magari in maniera diametralmente opposta? E’una pazzia….

    Mi piace

    • Rivista Alibi ha detto:

      Agli autori che hanno di questi timori, consigliamo di custodire gelosamente le proprie opere nel cassetto, perché non finiscano sotto le grinfie di presunti editor famelici pronti a farne scempio, così che i loro capolavori, stranamente non ancora pubblicati da nessun grande editore, ma che si pensa di sottoporre alla nostra modesta attenzione, non vengano stravolti. Invece, a tutti coloro, fortunatamente molti, che non soffrono di questa patologia, diciamo di stare tranquilli. Se selezioniamo del materiale per inserirlo nella rivista è perché ci convince da ogni punto di vista, di contenuto e forma. Quindi, nel caso dovesse presentarsi la frase che ci suona strana, o anche il semplice refuso, da persone serie quali siamo, e scarsamente pensanti secondo un’opinione dettata dalla patologia di cui sopra, contattiamo gli autori facendo presente loro la nostra perplessità, a volte suggerendo un’alternativa, quasi sempre chiedendola a loro, senza arrogarci diritti decisionali arbitrari.

      Mi piace

  2. Savino Carone, La Coda del Logos.... ha detto:

    Mi pare un ottima risposta. Grazie.
    In quanto ai capolavori lasciati nei cassetti…..questa è un’altra storia che, forse avremo modo di approfondire. I miei cassetti sono vuoti…..

    Mi piace

  3. Antonio ha detto:

    Salve, possono essere inviati anche racconti già editi (su raccolte o antologie) o già inviati a concorsi (premiati o non)? Accettate anche racconti molto brevi (da 1 a 3 cartelle)? Grazie

    Antonio

    Mi piace

    • Rivista Alibi ha detto:

      Gentile Antonio,
      Non prendiamo in considerazione materiale già edito, tuttavia dal momento che lei è interessato anche all’invio di racconti inviati a concorsi le posso dire che in caso di premiazione che non preveda una futura pubblicazione, quindi che sono lasciati inediti, siamo felici di accoglierli. Può inviarci anche racconti inediti molto brevi, non si preoccupi. Buon lavoro.

      Mi piace

  4. Marcella ha detto:

    Ciao vorrei sapere se la pubblicazione nella vostra rivista di racconti e immagini è gratuita per ho vi invia i lavori e se l’eventuale inserimento di uno scritto o un’opera pittorica è in minima parte retribuita o la rivista é da considerarsi una vetrina per gli autori
    Grazie

    Mi piace

    • Rivista Alibi ha detto:

      Carissima Marcella, la rivista è un luogo che dà voce agli autori. Non chiediamo nessun compenso economico, lo facciamo mossi solo dalla passione per la letteratura e l’arte in genere. Ovviamente, non c’è nemmeno una retribuzione per gli autori. Un cordiale saluto

      Mi piace

  5. brightalian ha detto:

    Salve. Per ogni numero della rivista è possibile inviare un solo racconto? Qual è la prossima scadenza? Grazie.

    Mi piace

    • Rivista Alibi ha detto:

      Salve, è possibile inviare più di uno scritto, ma ne verrà selezionato solo uno per ogni numero se si tratta di un racconto o anche più di uno nel caso delle poesie.
      La rivista è trimestrale, è appena uscito il numero di ottobre-dicembre, il prossimo sarà quello di gennaio-marzo.
      Cordiali saluti

      Mi piace

      • brightalian ha detto:

        Grazie mille per la risposta. Forse però non mi sono espresso bene (cosa gravissima per uno scrittore!). Intendevo quale sia la scadenza per l’invio di racconti per il prossimo numero. Così, giusto per organizzarmi al meglio… Grazie ancora! G.

        Mi piace

  6. Rivista Alibi ha detto:

    Il prossimo numero sarà pubblicato a gennaio, per cui c’è del tempo per l’invio, fino ai primi di dicembre. Perdoni il fraintendimento

    Mi piace

  7. Gaetano Pastorelli ha detto:

    Salve, qual’è la prossima scadenza per l’invio dei testi?

    Mi piace

    • Rivista Alibi ha detto:

      Non c’è scadenza, se verranno inviati prima di 15 giorni dalla pubblicazione del numero in uscita (gennaio, aprile, luglio, ottobre) saranno valutati per l’inserimento in quel numero, altrimenti per i successivi. Pertanto i testi possono sempre essere inviati.
      Cordiali saluti

      Mi piace

  8. Mr. P. ha detto:

    Buongiorno, se possibile vorrei chiedere indicativamente quali sono i tempi di valutazione e se rispondete anche in caso negativo.
    Grazie mille e complimenti per la rivista.

    Mi piace

    • Rivista Alibi ha detto:

      Salve, in genere i tempi di valutazione vanno dai 7 ai 10 giorni, possono però aumentare quando è parecchio il materiale che ci viene inviato e durante la fase di editing e impaginazione che precede la pubblicazione di ogni numero, comunque non più di 3 settimane al massimo. Rispondimo sempre, sia in caso positivo che negativo.
      Un cordiale saluto e grazie per l’apprezzamento

      Piace a 1 persona

  9. Alessio Salerno ha detto:

    Quale genere pubblica precisamente Alibi? Voglio dire, accettate anche neri, gialli, rosa e che so, fantascienza o solo letteratura? Cortesemente,
    Alessio Salerno

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

menteminima

Vorrei poterne ridere.

Distrazioni

stati del pensiero rivolto altrove, e perciò assente dalla realtà attuale e circostante

Gaia R. Sain

Voli pindarici per vertigini da terra.

Sara Gavioli

Autrice, editor, supereroe

L'angolino di Ale

Riempi la tua vita di emozioni

Ella Gadda

"Oh, santo Dio, la vita ci raggiunge dovunque!"

agores_sblog

le parole cadono come foglie

OmniaTempusHabent

la poesia è figlia delle emozioni, il pensiero figlio dell'esperienza

donnediundiominore

Rinascere dopo un abbandono

Un'anima e tre ali - Il blog di Paolo Statuti

Just another WordPress.com site

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: